Home Page Disturbi Alimentari - DCA Fasi del programma DCA
Trattamento DCA - fasi del programma Stampa

FASE DELLA PREPARAZIONE 

La fase della preparazione si compone di due incontri. Ha lo scopo di sviluppare l’autoconsapevolezza ed evidenziare le aspettative del paziente in termini di guarigione o contenimento dei danni derivanti dalla denutrizione. Durante questa fase, il Nutrizionista oltre alla raccolta dell’anamnesi generale e specifica ed alla visita specialistica con antropometria ed esame bioimpedenziometrico, valuta il grado di consapevolezza raggiunto dal paziente, si consegna un opuscolo che descrive il trattamento, si chiede di preparare una lista di domande e di compilare alcuni questionari utili per lo sviluppo del trattamento. Nella fase della preparazione si espone il paziente alla possibilità che il suo disturbo sia di origine psicologica e non una scelta personale, inoltre, è previsto, se il paziente è d'accordo, un breve colloquio con la famiglia. In caso di pazienti adolescenti il coinvolgimento famigliare è particolarmente indicato e in molti casi indispensabile.

FASE RIABILITATIVA

Il programma terapeutico seguirà due binari di trattamento: il primo affronta i problemi riguardanti l’alimentazione ed il bilancio energetico con l'obiettivo di ristabilire un BMI fisiologico attraverso l’esposizione al cibo ed eliminare i comportamenti anomali dove presenti (abbuffate e/o condotte di eliminazione, iperattività fisica). Il secondo affronta lo schema di auto-valutazione disfunzionale (eccessiva importanza attribuita al peso, alle forme corporee ed al controllo dell’alimentazione). I fattori di mantenimento aggiuntivi eventualmente presenti (perfezionismo clinico, intolleranza alle emozioni, bassa autostima nucleare, problemi interpersonali) sono affrontati con lo Psicologo.

La terapia ambulatoriale, se condotta rispettando il protocollo assegnato, rappresenta oggi una valida alternativa a terapie più complesse e costose. Infatti, la ricerca ha dimostrato che un percentuale fino al 70 % dei pazienti, soprattutto quelli che hanno un disturbo insorto di recente e con alterazioni psico-fisiche meno gravi, va incontro alla remissione sintomatologia.

TERAPIA FAMIGLIARE

Per i pazienti di età inferiore a 18 anni o per coloro che, pur avendo un’età superiore, consumano i loro pasti a casa, è previsto, un modulo aggiuntivo di terapia denominata "terapia familiare" che ha lo scopo di coinvolgere attivamente i componenti del nucleo familiare ma anche le persone significative che vivono a contatto con i pazienti. In questi casi la gestione condivisa della pianificazione dei pasti, l'addestramento dei famigliari alle dinamiche relazionali e la conoscenza del disturbo alimentare in se contribuiscono in maniera significativa al buon esito della terapia.

LIMITI DELLA TERAPIA AMBULATORIALE

I disturbi alimentari sono caratterizzati da una complessità di vario grado. In alcune forme, p.es. Anoressia Nervosa, i sintomi si definiscono "egosintonici", ovvero il disturbo assolve ad una funzione che determina, paradossalmente, dei vantaggi essenziali per il paziente. Le condizioni di salute posso variare da un leggero stato di denutrizione fino a delle magrezze che hanno fortemente compromesso lo stato di salute. Infine, in alcuni casi, è il paziente stesso a non condividere a priori l'ipotesi di una cura determinando un sabotaggio continuo della terapia. Per questo motivo, i maggiori esperti hanno realizzato programmi scalari denominati "Multi Steps" i cui passi in progressione di complessità sono:

  • Ambulatoriale
  • Ambulatoriale intensivo
  • Day Hospital
  • Ricovero
  • Day Hospital e terapia ambulatoriale post ricovero

Il centro DIAITA prevede esclusivamente il trattamento ambulatoriale ma con procedure che permettono di indirizzare efficacemente il paziente verso livelli di cura più adatti al caso.

FOLLOW UP A LUNGA SCADENZA

Durante il periodo del mantenimento dei risultati ottenuti è di fondamentale importanza prevenire le ricadute nei pazienti che hanno ultimato il trattamento. E' una fase nuova ma pur sempre soggetta a difficoltà impreviste. Il contatto a distanza, telefonico o con il computer, con il Nutrizionista permette di superare momenti in cui sono più probabili le ricadute che se mal gestite posso portare alla recidiva.

 

 

Questo sito utilizza i cookies e tecnologie simili. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information