Home Page Obesità infantile
Affrontare il sovrappeso e l'obesità dei bambini e preadolescenti Stampa

La prevalenza dell’obesità infantile nei paesi industrializzati, e quindi  anche in Italia, è nettamente aumentata negli ultimi anni. Dai dati I.S.T.A.T. 2000-2003 è emerso che in Italia un minorenne su tre era in soprappeso e uno su dieci obeso. Per quanto riguarda le regioni del Sud Italia i dati sono ancora più allarmanti, infatti, secondo l'indagine "Okkio alla salute" (2008) la quota di bambini obesi (8-9 anni) arriva fino al 21% come nel caso della Campania.

Questi sono dati allarmanti se si tiene conto del fatto che essere obesi o sovrappeso durante l’infanzia e l’adolescenza aumenta fortemente la probabilità di esserlo da adulti con evidenti ripercussioni sullo stato di salute e rendendo più difficile il successo di una terapia dimagrante.

Sovrappeso e obesità del bambino e del preadolescente sono un problema complesso e difficile e, trattarlo con una semplice dieta, equivale a presupporre che il bambino sia in grado, da solo, di modificare il proprio comportamento.

Tale visione non tiene conto dell'importanza che riveste il ruolo dei familiari, nel modificare quei comportamenti abituali che hanno favorito lo sviluppo dell'eccesso ponderale e sostenerne il cambiamento.

I trattamenti DIAITA per l'età pediatrica hanno, invece, come obiettivo principale quello (per quanto sia possibile) di non coinvolgere il bambino direttamente ma di lavorare a supporto della famiglia durante tutto il percorso, fino al raggiungimento degli obiettivi.

Imposizioni e convincimenti

I genitori di un bambino affetto da sovrappeso o Obesità cercano di far cambiare le abitudini alimentari al proprio figlio. Quando tutto questo è difficile, la preoccupazione spinge i genitori a oscillare frequentemente tra rigide imposizioni di regole alimentari e operazioni di convincimento del proprio figlio.

Tuttavia, gli studiosi di comportamento infantile hanno mostrato che le abitudini del bambino si consolidano sopratutto in base all'ambiente famigliare. L'imposizione di una dieta o al contrario la persuasione con promesse e regali potrebbe avere l'effetto opposto in un contesto che favorisce la sedentarietà e abitudini alimentari errate.

Il ruolo della famiglia

Per affrontare il sovrappeso e l'Obesita dei bambini e preadolescenti è indispensabile il coinvolgimento in terapia della famiglia. Il cambiamento delle abitudini alimentari e motorie del bambino è possibile con una pianificazione dei pasti e del tempo libero che coinvolga anche la famiglia.

Tale sostegno è evidente, infatti, durante il percorso di cambiamento dei bambini e dei ragazzi, i genitori ed i familiari hanno il compito di fare la spesa, organizzare la dispensa, programmare gli orari dei pasti ed aiutare il bambino nella comprensione dei suoi bisogni e nella ricerca della risposta migliore.

 

 

 



 

Share on Facebook
 

Questo sito utilizza i cookies e tecnologie simili. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information